Che tempi ragazzi…

La mia generazione è cresciuta con gente come Berlinguer, Moro, La Pira, Gramsci,Marx, loro o i loro scritti erano il nostro orizzonte.

Oggi il 99% della politica non è ideali, giusti o sbagliati, non è servizio alla comunità ma malaffare, losco sottobosco, interessi personali.

Questa gente è avida e triste al contempo, priva di ideali, sogni, prospettiva e soprattutto priva di dignità personale.

Poi si affaccia un movimento (il 5 stelle)salutato da molti con entusiasmo “perchè usa la rete” e quindi per automatismo, democratico (!?!?!). Ma io so che i mezzi non sono necessariamente rappresentativi del fine, prova ne sia che la rete è semplicemente un contenitore, di perle e di nettezza, infatti è anche il veicolo ideale per la pedofilia…

Non mi ha mai convinto questo movimento 5 stelle, ho amici che stravedono e quando ci parli vanno dalle scie chimiche al veganesimo alle lobby della maionese e chi più ne ha più ne metta, concetti politici zero.

Lasciamo fare che pure questo movimento sfacciatamente populista ha un “padrone” e non è così democratico come sembra ma soprattutto raccoglie lo scontento proveniente da ogni dove, soprattutto dalla pancia.

Ne consegue che al suo interno si sforzano di condividere gli stessi principi (?), gente proveniente da estrema destra, moderati, sinistra, apolitici, apolidi, monarchici, ultras e infine annoiati dalla democrazia “tradizionale” vecchia e noiosa.

Un movimento che fin chè  c’è da protestare e puntare il dito si dimostra efficiente e soprattutto implacabile, quando invece ci sarà (ne dubito…) da governare ne vedremo delle belle. Eh si perchè chi raccoglie di tutto senza una storia e ideali alle spalle mi sembra come una famiglia nella quale tentino di convivere la mamma ninfomane, il babbo fervente cattolico, il figlio cacciatore, la figlia iscritta all’Arci anticaccia, la nonna musulmana e il nonno con la tessera della Lega Nord, bello ma impossibile.

Per questo appena ci saranno seggiole e poteri da gestire, le manate voleranno anche in quel movimento e lo sprovveduto che sta al PC a spingere il sogno a 5 stelle si accorgerà di non contare una beata minchia.

Io non butterei il bambino con l’acqua sporca (la politica con certi politici) ma troverei più sensato cercare di “sanare” la politica che comunque è sempre fatta da cittadini e un Parlamento democraticamente eletto, questa è la strada per me.

Il resto lo trovo una illusione ed un inganno, molto pericoloso peraltro.

Se non sai suonare rock, la soluzione non è passare al jazz, è capire ciò che sbagli e migliorare.

 

Io la vedo così.