Pregherete un dio miserabile

Oggi una gran parte affogano in mare o muoiono come i polli su un camion, quelli che arrivano lavorano nei campi col sole a picco per 2 euro l’ora. Vivono in baracche come ratti e defecano li intorno, in pratica non si capisce quale sia il loro dio per la forza di sopravvivere che manifestano, sono Africani, Serbi, Siriani, Pakistani e molto altro. A Prato alcuni vanno in Porshe Cayenne o Audi, quelle di grossa cilindrata, quelle esagerate, la maggior parte però vive come i topi, nel disagio e nella schiavitù, questi lavorano anche 18 ore e girano in bicicletta, sono i Cinesi.

Gli Italiani hanno un tasso di natalità e di “voglia di riscatto” pari a zero,sono lontani anni luce gli anni del dopoguerra, loro invece, gli immigrati, hanno entrambi a livelli notevoli ma non è una scelta è una necessità, come lo fu per noi.

 

Ciò nonostante, nonostante il loro emigrare  sia appunto necessità, raccolgono solo odio, odio in quantità insopportabile da esseri umani comuni. E io mi chiedo chi sia il loro dio per la forza sovrumana che manifestano.

Un giorno non molto lontano, i figli, i nipoti di quell’animale che sudicio e puzzolente raccatta pomodori in Puglia per pochi euro, il figlio o il nipote di quel Cinese che va in bicicletta e mangia cavolo bollito, un giorno non molto lontano questi figli e questi nipoti saranno poliziotti, avvocati, giudici,imprenditori, operai, insegnanti.

Loro andranno in macchina e saranno i vostri figli e i vostri nipoti ad andare a piedi.

Un giorno l’Italia saranno soprattutto loro,gli immigrati sudici di oggi, è allora che molti di voi che hanno passato anni nell’insegnare ai propri figli l’odio per il diverso, sarà allora che molti di voi si malediranno per non aver insegnato l’accoglienza per chi sta morendo letteralmente, per non aver detto le cose come stavano o per non aver riflettuto abbastanza prima di dar aria alla bocca.

Sarà troppo tardi, le parti saranno allora già invertite, e gli “immigrati” questa volta saranno i vostri figli e nipoti e sarà tutto merito vostro, è una ruota che gira la vita, anche uno stronzo lo sa.

Pregherete allora il vostro miserabile dio di far si che gli immigrati di una volta abbiano pietà di voi dei vostri figli e nipoti, sperando che quel dio miserabile non ricordi che voi di pietà non ne aveste, per nessuno.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...