Lea Garofalo, un’eroina Calabrese

Da un pò di tempo mi sono trovato proiettato da musicista nel mondo del teatro, quello sano, quello che si occupa delle cose del nostro tempo, quello che cerca di dar voce a chi non ne ha o non ha avuta.

Con Giusi Salis e gli amici di Liit (Lega Italiana Improvvisazione Teatrale) abbiamo già lavorato alla messa in scena di diversi spettacoli a tema.

L’ultimo lavoro che stiamo portando a giro per l’Italia è “Ultimo domicilio sconosciuto” ed è la tragica storia di Rossella Casini, una ragazza Fiorentina torturata, stuprata e poi fatta a pezzi e gettata nel mare di fronte alla Calabria dalla n’drangheta.

Leggendo per documentarmi e poter scrivere musiche adatte a questo spettacolo teatrale mi sono imbattuto in molte storie che mi hanno davvero aperto una finestra su cosa siano  ancora oggi il malaffare e le mafie nel nostro paese, nord compreso.

Tra le tante donne vittime di mafia e affini che sono ad oggi ben 800(!!) mi ha particolarmente toccato la storia di Lea Garofalo trucidata dalla n’drangheta Calabrese per mano del suo convivente Carlo Cosco e i suoi compari in quel di Milano (Profondo Nord…!).

Come musicista, la cosa che di getto mi è venuta è stata quella di scrivere una ballata inevitabilmente malinconica, per poterla dedicare alla memoria di Lea (morta per aver coraggiosamente denunciato gli affari della famiglia Cosco) e di sua figlia Denise costretta oggi a vivere nell’anonimato. Alla pagina Music di questo mio Blog, troverete il brano che spero di poter presto registrare con la tromba.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...